Marketing & SEO

Oggi risulta indispensabile avere una buona visibilità online, e un’attività di marketing volta a studiare il mercato e sviluppare i rapporti commerciali (siano essi promozionali, pubblicitari, distributivi, ecc.) sul Web è quanto mai oppportuna.

Le strategie di Web Marketing  sono molteplici, e producono risultati sempre apprezzabili, a volte straordinari.

La strategia alla base di un progetto di web marketing è far ottenere al sito la massima visibilità, che si traduce spesso nel posizionamento del proprio sito web ai primi posti nelle pagine dei risultati del motore di ricerca (Search Engine Results Page, o SERP) per antonomasia, vale a dire Google, allo scopo di evidenziarli rispetto a quelli dei concorrenti, e quindi renderli preferibili.

Le attività che proponiamo attraverso i nostri studi ed esperienze, e che confluiscono nella categoria del  Marketing sui motori di ricerca (Search Engine Marketing, o SEM) sono:

  • Ottimizzazione delle pagine per i motori di ricerca e loro posizionamento (Search Engine Optimization, o, più semplicemente, SEO), ovvero una serie di interventi a vari livelli sulle pagine del sito, dalla riscrittura del codice alla redazione di contenuti ad hoc, volti ad aumentare il volume di traffico che esse ricevono dai motori di ricerca.
  • Campagne Pay per click, ovvero l’analisi, l’ideazione e la messa in atto di campagne pubblicitarie  online in cui l’inserzionista paga una tariffa unitaria in proporzione al numero di click effettivamente ottenuti sugli annunci pubblicitari dagli utenti. Un esempio di campagna di questo tipo è il keyword advertising, cioè annunci sponsorizzati che compaiono a lato dei risultati “puri” dei motori di ricerca. Ci si può avvalere della piattaforma Google AdWords.
  • Link popularity, in soldoni il numero di siti internet che si collegano ad una pagina web, e che quindi le conferiscono idealmente uno status di importanza e di notorietà. L’algoritmo del PageRank di Google utilizza la link popularity come uno dei fattori per il calcolo del proprio valore.
  • Display Advertising, che consiste nell’analisi e il conseguente acquisto di spazi a pagamento (banner, pop-up, pop-under, interstitial, ecc.) all’interno di un contenuto di interesse dell’utente in cui promuovere un prodotto/servizio.  Ad esempio un rivenditore di prodotti informatici può avere interesse a far comparire il proprio annuncio pubblicitario su un forum molto frequentato di appassionati del settore. Ci si può avvalere della piattaforma Google AdSense.
  • Programmi di affiliazione (Affiliate Marketing), veri e propri accordi commerciali tra proprietari di siti web, in cui si riconosce all’inserzionista un compenso per ogni utente che andrà a visitare il sito dell’affiliato ed effettuerà un’azione su di esso, come ad esempio un ordine online.
  • Mentioning, ovvero il passaparola sul Web, che sfrutta i social network (si parla infatti di social marketing / social accounting) per promuovere attività, prodotti, servizi o persone.
  • E-Maill marketing, che consiste nella redazione e diramazione di comunicati stampa massivi, attraverso mailing-list più o meno fidelizzate.

Tribe Studio certifica i risultati ottenuti, a fine lavori, tramite statistiche d’accesso.

Possiamo anche gestire e rivendere per voi spazi pubblicitari sul vostro sito, attraverso  strumenti come Google DoubleClick For Publishers (DFP) o OpenX e farvi guadagnare sul traffico generato dai vostri siti!

Marketing promozionale online

Le azioni di questa tipologia di marketing web contribuiscono a incrementare la conoscenza di marca e permettono di soddisfare differenti bisogni di comunicazione come: attirare l’utente, segnalare offerte ai navigatori o pubblicizzare il proprio sito web.

Tra gli strumenti di marketing promozionale in linea figurano le tecniche classiche come i banner e i cosiddetti rich media, ma anche modelli di advertising evoluti come: interstiziali, banner pop-up, pop-under e le sponsorizzazioni

Web marketing virale

Il web marketing virale consiste nel riprodurre i benefici del passaparola tramite internet.

Per generare buzz o “viralizzare” una campagna promozionale il Web marketing virale utilizza prodotti e strategie unicamente legate alle tecnologie web come: e-mail, video-virali, programmi tell-a-friend, web 2.0, blog.

Lontano dal contrapporsi alle tradizionali regole del marketing, il Web marketing virale si integra perfettamente nelle campagne pubblicitarie quando viene utilizzato per lanciare un nuovo prodotto o per testare il bacino d’utenza potenziale di un nuovo servizio.

Il Web marketing virale è molto indicato per la rapida creazione di mailing-list non targhettizzate che in seguito, con le tecniche del web marketing classico, potranno essere raffinate per realizzare nicchie di mercato utili.

Marketing

Strumenti di attuazione di un piano di vendita on-line

Il Piano di marketing in rete

È la struttura portante dell’intero progetto di web marketing. Stendendo il piano, bisogna descrivere chiaramente:

  • Quali sono gli obiettivi da raggiungere.
  • Qual è il target da colpire.
  • Come e con quali tempi s’intende sviluppare l’intera strategia.
  • Quali strumenti utilizzare per la promozione del sito e per il suo monitoraggio.
  • La definizione di un budget.
  • A quali rischi e opportunità si può andare incontro.

Analisi della concorrenza su internet (e off-line)

L’analisi della concorrenza (benchmarking competitivo) su internet è una fase fondamentale in un progetto di web marketing.

Fornisce indicazioni precise circa punti di forza e debolezza del progetto web in relazione ai competitors presenti nel mercato virtuale e ai processi funzionali del sito stesso.

Attraverso le analisi di benchmarking competitivo, o strategico, si possono evidenziare i punti di forza di siti simili o identici al proprio.

In particolare, l’analisi di benchmarking di un sito può:

  • evidenziare punti deboli e critici al fine di correggerli ed aumentare il tasso di conversione degli utenti (es: sito di commercio elettronico, portali tematici);
  • evidenziare le aree tematiche, per siti multitema (es: portali geografici, portali informativi, siti di commercio elettronico) in cui vi è un’evidente carenza di visibilità nei motori di ricerca;
  • identificare i concorrenti più visibili su internet ed analizzarne i loro punti di forza;

L’analisi della concorrenza è fondamentale per molti aspetti, due su tutti:

  • permette di conoscere i reali competitori del mercato;
  • permette di prendere decisioni in merito alle modifiche da apportare al sito per migliorarne le prestazioni in termini di ranking (visibilità nei motori di ricerca) e nelle modalità operative dell’utente semplificando o diminuendo le azioni che questi eseguirà per raggiungere determinati obiettivi (es: un acquisto, l’iscrizione ad una newsletter).

Progettare o riprogettare il sito web